Cosa sono gli ITS

Gli Istituti Tecnici Superiori sono “scuole speciali di tecnologia” costituite con l’intento di riorganizzare e perfezionare il canale di formazione superiore non universitario.

>

Sono stati introdotti nell’ordinamento nazionale dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 gennaio 2008 in attuazione della legge finanziaria 2007.

>


>

>

ITS:

La possibilità del conseguimento del Diploma di Tecnico Superiore e conseguente accesso al mondo del lavoro nell’ambito del settore di specializzazione.

>

La possibilità di proseguire gli studi universitari per il conseguimento della laurea triennale (art.3 legge di riforma dell’Università).

>

I diplomati che intendono conseguire il Diploma di Tecnico Superiore per poi inserirsi nel mondo del lavoro.

>

All’ITS si accede per concorso pubblico.

E’ richiesta una competenza linguistica pari al livello B2 e una competenza informatica pari all’ECDL avanzato.

>

Partecipano alla costituzione degli ITS:

>

  • ENTI LOCALI
  • SCUOLE
  • AZIENDE
  • UNIVERSITA’ ED ENTI DI RICERCA

Gli ITS puntano, sulla base di piani triennali regionali e nazionali, negli ambiti e secondo le priorità indicati, al perseguimento dei seguenti obiettivi:

·       Assicurare, con continuità, l’offerta di tecnici superiori a livello postsecondario in relazione a figure che rispondano alla domanda proveniente dal mondo del lavoro pubblico e privato in relazione alle aree strategiche per lo sviluppo economico del Paese;

>

·       Sostenere l’integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro; Sostenere le misure per l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle piccole e medie imprese;

>

·       Diffondere la cultura tecnica e scientifica;

>

·       Promuovere l’orientamento dei giovani e delle loro famiglie verso le professioni tecniche;

>

·       Stabilire organici rapporti con i fondi interprofessionali per la formazione continua dei lavoratori, nel rispetto delle competenze delle parti sociali in materia.

>